24 Maggio 2009 - L'assemblea approva il bilancio

24/05/2009

La platea dell'auditorium Bam. Pochi Soci hanno raccolto l'invito a partecipare
Bilancio approvato all’unanimità dall’assemblea della Canottieri Mincio (per chi fosse interessato è scaricabile al link http://www.canottieri.com/ita/EPN000383.asp), dopo l'esposizione del presidente del collegio sindacale Daniele Trida  e del revisore dei conti Claudio Montecchio.
Il presidente dell'assemblea, l'avv. Fausto Amadei, ha dunque aperto le urne per leggere sia il collegio sindacale (Cristiano Frigo, Gianluca Marocci e Daniele Trida) , che i probiviri (saranno Marina Gatti, Piero Moriconi e Giampiero Gola).

Terminati gli impegni ufficiali, l'assemblea ha intavolato una discussione sul futuro della Sede. Sono stati presentati progetti a medio/lungo termine che compongono una programmazione di ampio respiro, stesa in collaborazione con gruppi di frequentatori che hanno deciso di dare il loro apporto volontariamente: “Stiamo raccogliendo le idee di chi vuole contribuire – ha spiegato il Cda - in modo da dare linee guida coerenti e continuative alla Canottieri, che poi in funzione delle risorse verranno portate avanti”.

Nascono così diversi comitati, che sfruttando le competenze professionali di Soci del nostro circolo, mirano a migliorare il grande patrimonio della cooperativa, sia riorganizzando la sede, sia ricercando una maggiore partecipazione dei soci e dei giovani in particolare. 

Per quest'ultimo punto il neonato comitato Cano Young è già all'opera, ed è proprio ai giovani che viene data la parola per primi: "I ragazzi sotto i 18 anni della Canottieri sono più di 1200 - spiega Martina Ballista - il nostro target di riferimento è comunque più ampio, va dai 13 ai 35 anni". "Il nostro primo impegno - prosegue Stefano Pontara - è stato di realizzare un questionario orientato a tre macrogruppi; sport, servizi ed eventi e di distribuirlo all'interno del circolo. I risultati sono interessanti, ad esempio una delle domande chiedeva di mettere in ordine di gradimento gli sport istituzionali: alla Canottieri, il canottaggio è risultato ultimo. Al primo posto c'è il tennis". "La nostra prossima idea - conclude Valentina Raschi - sarà quella di istituire figure tramite tra il Cda ed i ragazzi; le chiameremo top boy e top girl, ed avranno il compito di riposrtare le esigenze dei Soci più giovani".
Il presidente Rossi espone le novità già realizzate. In prima fila giovani di Cano Young
Anche Soci più maturi stanno offrendo la loro collaborazione e le idee per il miglioramento non mancano. Marco Poltronieri illustra come dovrebbe apparire lo sviluppo futuro dell'area ex Lucchetti (il progetto èdisponibile in toto al link http://www.canottieri.com/ita/EPN000419.asp): "Una delle zona più belle della nostra sede non può ospitare i servizi igienici. La nostra idea è di realizzare una struttura leggera, integrata nel paesaggio circostante che possa ospitare un chiosco. I servizi non verranno smantellati ma verranno inclusi nella nuova volumetria, che avrebbe anche lo scopo di bilanciare il baricentro della Canottieri, così da consentire di sfruttare tutto lo spazio disponibile". La situazione dei contratti di affitto e convenzione era stata illustrata poco prima dal Consiglio, ed è visibile anche qui sotto. Si pensi, ad esempio,che la locazione del percorso vita (concessa dalla Curia a cui vanno € 5000 l'anno) scade nel 2011 e non è rinnovabile. Per altre c'è più tempo, ma è bene considerare anche queste variabili nella programmazione.  

Opera che solletica le orecchie dei presenti è quella di una nuova copertura da 6.000 mq del parcheggio, esposta da Stefano Concini, opera da 3.760.000 euro che nel medio periodo tende a ripagarsi da sola,  perché realizzata attraverso la posa di pannelli fotovoltaici, che coprirebbero l’equivalente di 600.000 kwh di energia consumati qualora si concretizzasse un’altra idea, quella di aumentare l’illuminazione del circolo garantendone anche un’apertura serale.

Ultimo punto, la sicurezza: “Sono state posizionate 3 nuove telecamere ad ampio raggio - spiega Federico Mazzoli per il Cda - con la prospettiva di aggiungerne altre due così da coprire, oltre agli ingressi, tutte le aree della sede. Certo i risultati si sono visti già dal primo giorno di attivazione: hanno consentito di individuare e denunciare una persona che, nel parcheggio, si stava dilettando a rigare una macchina".
La situazione attuale delle superifici in uso
Al termine delle esposizioni, numerosi sono stati commenti ed interventi, auspicati dal Consiglio proprio per stabilire le linee guida dei prossimi interventi.

A rompere il ghiaccio ci ha pensato Roberto Corradi: "Sono d'accordo sul coinvolgimento dei giovani, ma anche degli over 60 e mi pare che nella progettualità non si sia tenuto conto di loro. Per esperienza inoltre prevedo che la Curia non cederà facilmente i terreni. Credo che un manufatto sito in Corte Ungheria e funzionale per tutto l'anno potrebbe risolvere molti problemi: meglio spendere 360 euro e sfruttare la sede tuttol'anno che 274 ma venirci 3 mesi".

Il commento di Carlo Scardovelli è rivolto ad una "società che guarda avanti e pensa in grande": E' positivo utilizzare le teste dei Soci e portare i progetti all'attenzione di tutti. Personalmente propongo di valorizzare la darsena, e di razionalizzarne i posti barca". 

Alberto Capiluppi lancia un'altra proposta: "Ho sentito che la Campana è in vendita, il suo acquisto è percorribile? Sarebbe una buona occasione di realizzare la Club House, una struttura di cui ormai tutti i circoli si stanno dotando". Gli risponde il presidente Diego Rossi: "Siamo venuti a conoscenza di questa possibilità solo da pochi giorni. Dobbiamo riflettere attentamente, perchè questo non è il tipo di intervento che si autofinanzia (vd pannelli nel parcheggio), quindi dovremmo valutarne l'impatto economico sui Soci. Certo è l'ultimo stabile adiacente alla sede, e certamente siamo interessati.

Cecilia Bacchi
si chiede se il bar possa ergersi in quella zona, affianco dei servizi: "Occorrerà un permesso degli uffici competenti. Vorrei segnalare il malcostume e nudismo dilagante nelle docce, spesso le mamme con i bambini sono in difficoltà". Anche a questo risponde Rossi: "Con un'adeguata programmazione, evitando gli interventi spot, si riusciranno a costruire spogliatoi riservati agli atleti, ma alla base deve esserci la consapevolezza di muoversi in un'unica direzione, così da non lavorare a vuoto".

Maurizio Vasori
si dice soddisfatto delle scelte del Consiglio: "Occorre scriverle in un giornale e spedirle a tutti i Soci, così che si possa condividerle. Giusto anche che i giovani propongano iniziative, anche serali. Condivido il pensiero di Corradi sui meno giovani; pensare ad iniziative per loro, come la ginnastica dolce".

"Attenzione a rispettare le destinazioni urbanistiche delle aree interessate - è il monito di Giuliano Longfils - vorrei inoltre proporre, in collaborazione con Fick e Fic (le federazioni di canoa e canottaggio) di dragare il lago, come già fatto negli anni '70, per migliorare il campo di regata e ripulire il fondale dai detriti".

Riguardano la sicurezza gli ultimi due interventi: "Regolate ad una velocità maggiore i cancelli di ingresso - chiede Giroldi - adesso è troppo lento ed estranei potrebbero approfittarne". Simile la richiesta di Lanfredi: "Mettiamo un tornello anche all'accesso del nuovo ingresso bici, il cancello aperto consente ad estranei di entrare per rubare i velocipedi. Chiedo inoltre che i tavolo vengano puliti con più frequenza". 

Questi i risultati delle votazioni:

COLLEGIO DEI SINDACI

Presidente
 
Daniele Trida voti 181 (eletto)
Stefano Sassi        voti 91
   
          
Sindaci Effettivi
 
Cristiano Frigo voti 139 (eletto)
Gianluca Marocci voti 139 (eletto)
Marco Vignola voti 76
Nicola Santi voti 73
Monica Nardi           voti 66

   
Sindaci Supplenti
 
Raffaella Mambrini
voti 190 (eletta)
Bruno Lanzoni
voti 179 (eletto)

 
COLLEGIO DEI PROBIVIRI
Marina Gatti
voti 195 (eletta)
Giampiero Gola
voti 192 (eletto)
Piero Moriconi
voti 151 (eletto)
Tommaso Giumelli voti 125

          
      
     

 
L'intervento del socio Lanfredi
Il consiglio dalla platea ascolta gli interventi dei Soci
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner