Adriano l'imperatore

20/04/2011

Adriano Da PonteAdriano Da Ponte
Adriano Da Ponte
Dura un’ intera settimana la trasferta in riviera del maestro Adriano Da Ponte, perché come a Mentone vince tutti i turni necessari per raggiungere la finale. Nella storica sede dell’Hanbury tennis di Alassio si è svolto il primo torneo ITF grade 1 della stagione italiana. Il tabellone over 50 era senza dubbio tra quelli con più iscritti e con una qualità davvero notevole. L’entry list con 45 iscritti presentava testa di serie 1, il n°3 delle liste mondiali, il belga Godfroid, tds 2 il n°6 , l’austriaco Maldoner. Ad Adriano la posizione di 12, da poco raggiunta, ha garantito la tds n° 4.

Sulla strada del maestro compaiono nell’ordine: il tedesco Weber 6 3 6 3, l’italiano Fina w o, per giungere al rinnovato scontro con Basso, con il quale Adriano ha sempre un conto aperto: l’impegno è alto e tutto va per il meglio fino al vantaggio di 6 3 5 4, qui 5 match point mancati allungano l’incontro al terzo set dove il nostro trova la tranquillità per chiudere 6 2. In semifinale forse esprime il parziale di gioco migliore chiudendo il set su Havè per 6 0, il milanese lamenterà poi un’imperfetta condizione fisica che non gli consentirà di finire l’incontro.
Finale remake di Mentone con il seconda categoria Nando Cavalleri ben deciso a confermare il titolo vinto in Francia. Le differenze in campo esistono, Cavalleri dimostra di meritare la propria classifica soprattutto quando nel secondo parziale una contrattura lo costringe a rischiare i colpi per chiudere velocemente gli scambi, riesce pienamente nell’intento, vincendo il torneo 7 5 6 0.

I 120 punti ITF guadagnati con la trasferta di Alassio porteranno Adriano tra i migliori 10 giocatori del mondo, i positivi per le vittorie su Basso e Havè garantiscono una promozione, a metà stagione, di un gradino nelle classifiche nazionali.


[si ringrazia a Nando Toso]

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner