Bonezzi cede lo scettro

12/01/2010

Ha dovuto lottare fino all'ultima regata Jono Neate per strappare il titolo al campione del mondo in carica, Andrea Bonezzi. Nelle acque di Walterloo Bay la sfida è stata tra il campione della Canottieri Mincio e l'australiano, ma la brezza leggera ha favorito quest'ultimo: "Se volete puntare dei soldi scommettete su Jono –aveva detto Bonezzi prima della gara - sono le sue condizioni, non le mie". Ma questo non significa certo che Bonezzi abbia affrontato la gara sottotono, ne che cerchi alibi: "Sono contento che abbia vinto nonostante io abbia gareggiato al meglio. Significa che è campione perchè è davvero il migliore". Una battuta che ha il sapore di un passaggio di scettro tra il sette volte campione del mondo ed il 25enne Neate che al mondiale 2009 di Sonderborg aveva chiuso secondo accusando un considerevole distacco dal mantovano.
Questo mondiale si è deciso tutto nell'ultima regata, la decima, dopo che Bonezzi e Neate avevano chiuso rispettivamente 2° e 1° nella nona e si trovavano a pari punti in classifica. "La caratteristica di Andrea è la sua forza fisica - ha detto Neate subito dopo la regata - sapevo che avrei dovuto controllarlo nell'ultima regata”. Così ha fatto, e nella decima prova ha regatato tenedo sotto controllo Bonezzi e togliendogli il vento dalle vele, chiudendo 4° e lasciando l’atleta della Canottieri al 7° posto.
Buon risultato per Luca Bonezzi, che chiude la sua esperienza al mondiale in 14° posizione, secondo tra gli italiani dopo il fratello Andrea.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner