Borghi e Ferretti a testa alta

25/01/2012

Daria e Sara in azione nel sincroDaria e Sara in azione nel sincro
Daria e Sara in azione nel sincro
Quello che rimarrà negli occhi e nella memoria degli appassionati di tuffi in questi assoluti di Torino sarà la determinazione delle due giovani atlete della Canottieri Mincio. Tredici e quattordici anni, Daria Ferretti e Sara Borghi hanno gareggiato contro Maria Marconi e Francesca Dallapè, davanti ad un pubblico numeroso che si è spellato le mani per applaudire Borghi quando è ritornata sul trampolino a finire la gara, dopo un errore nell’esecuzione di un tuffo dai 3m per cui ha sbattuto con violenza contro la tavola. Uno “zero” nel punteggio che le è costato l’acceso alla finale. “Perché applaudono, cosa dovrei fare, rinunciare?”, si è chiesta stupita la Borghi. La stessa grinta si è vista nella Ferretti, che ha gareggiato dalla piattaforma ben sapendo che per lei non c’era speranza. Quarta gara in due giorni, dopo 1m, 3m e sincro, ma la voglia di lanciarsi nel vuoto, anche senza essersi potuta allenare da quella altezza, era più forte di qualsiasi paura. Soddisfatti gli allenatori, Davide Lorenzini e Massimo Nibioli: "Hanno fatto tanta esperienza. Di più non potevamo chiedere. Ora ci prepariamo per la Coppa Londra, tra due settimane, quando entrambe gareggieranno contro atlete di pari età).
Omeganet - Internet Partner