D'Addeo rema verso l'Azzurro

28/02/2013

D'Addeo rema verso l'Azzurro
Il lavoro duro ed il sacrificio non vanno di moda, ma almeno nel canottaggio pagano. Lo dimostra la convocazione di Gabriele D'Addeo a Sabaudia, al raduno nazionale dal 1 al 10 marzo, cat Pesi Leggeri. In tutta Italia sono solo 12 gli atleti convocati per questa categoria della regata di punta. "Non bisogna ancora montarsi la testa - tengono a precisare gli allenatori Marco Penna e Marco Testoni - si tratta dell'inizio di un percorso di valutazione, al termine del quale si entra a far parte della nazionale italiana". Un traguardo prestigioso, per cui D'Addeo sta lavorando duramente. La convocazione di Sabaudia arriva dopo i test  svolti a Cremona, e sarà un'esperienza importante insieme a campioni che hanno già alle spalle Olimpiadi e Mondiali. Un piccolo successo che arriva anche grazie all’aiuto di tutti gli altri ragazzi della squadra di canottaggio: "Siamo molto fieri del gioco di squadra che i ragazzi hanno fatto - dicono ancora gli allenatori - Iacopo Sala ad esempio gli ha dato un grande aiuto con la regata di punta (un remo solo, a cui D'Addeo non era avvezzo). Anche i Master si sono prestati. Dall'Ungheria è tornato Gergely Orbain, nazionale ungherese ed ex atleta della Mincio". Grande merito di questo affiatamento tra gli atleti va agli allenatori, ma anche Gabriele, con il suo stile scanzonato ed un po' guascone, sa farsi volere bene. La strada è ancora lunga, ma il primo passo è stato fatto.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner