E allora Tango: Storie e milonga

25/08/2011

« Il tango non è maschio; è coppia: cinquanta per cento uomo e cinquanta donna, anche se il passo più importante, l' "otto", che è come il cuore del tango, lo fa la donna. Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione. Un circolo virtuoso che consente poi l'improvvisazione. (Miguel Ángel Zotto)


Il tango non è solo un genere: basta guardare chi lo balla e vedere che tra i due c'è un dialogo, una forma di comunicazione che si avvale del corpo per darsi voce. Canottieri Mincio ha voluto omaggiare questa forma artistica attraverso una serata che ne racconta le sfumature :
dalle ore 19.30 aperitivo a tema con proposte gastronomiche tipiche della cucina argentina;
dalle ore 21.00 "Storie di Tango" e a seguire la Milonga.
Il tutto è messo in scena dall'associazione " E allora Tango " di Mantova, con voce e racconti di Alessandro Valenti e coreografia di Marialelena Macchini.
« Il tango non è maschio; è coppia: cinquanta per cento uomo e cinquanta donna, anche se il passo più importante, l' "otto", che è come il cuore del tango, lo fa la donna. Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione. Un circolo virtuoso che consente poi l'improvvisazione. (Miguel Ángel Zotto) »

La passione del Tango argentino alla Canottieri attraverso musica, balli e storie.
Un programma poliedrico che mette in scena il tango attraverso la sua terra d' origine e le sue storie:
dalle ore 19.30 aperitivo a tema con proposte gastronomiche tipiche della cucina argentina; dalle ore 21.00 "Storie di Tango" e a seguire la Milonga. Il tutto è messo in scena dall'associazione " E allora Tango " di Mantova, con voce e racconti di Alessandro Valenti e coreografia di Marialelena Macchini.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner