Giulia Masotto in Coppa dei Campioni

08/11/2007

Giulia Masotto in Coppa dei Campioni
Giulia Masotto autrice di una buona performance in Coppa dei Campioni, competizione valida per l’Italia Cup 2007, ospitata per il terzo anno consecutivo dal Club del Mare, storica associazione sportiva dilettantistica di Marina di Campo (Isola d’Elba).

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 230 laseristi provenienti da tutta Italia. Il programma della regata prevedeva lo svolgimento, nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, di sei regate di flotta, tuttavia, a causa del vento debole ed instabile che ha caratterizzato il fine settimana, si sono potute disputare solo quattro prove per i Laser Standard e due prove per i Laser Radial ed i 4.7.
La competizione prende il prestigioso nome dal regolamento che riservava l’iscrizione solo ai primi tre atleti di ogni zona italiana (sono in tutto 15), riuniti in una squadra.
La Masottina ha partecipato come rappresentante della 14° zona, composta dalle tre Regioni che si affacciano al lago di Garda, insieme a Giovanni Canazza (per il Trentino) e Giovanni Benamati (Veneto). La formazione è giunta terza sulle quindici squadre presenti.
Tuttavia il vero successo di Giulia è stato quello di confermarsi, ancora una volta, quale indiscussa numero uno tra le ragazze del Laser 4.7, e tra i migliori in classifica generale, e questo nonostante un campo di gara molto difficile, con forti salti di vento e condizione climatiche a cui l’atleta virgiliana è poco incline.
Presente anche Giacomo Bottoli, che nel laser standard ha ottenuto un buon terzo posto, dietro all’esperto Luigi Ravioli portacolori della Sezione Vela della Guardia di Finanza e al napoletano Marco Gallo del Circolo Canottieri Irno (già vincitore delle edizioni del 2005 e del 2006 e Campione Nazionale in carica). La partecipazione di Giacomo alla manifestazione è da considerare propedeutica agli allenamenti che il campione della Canottieri stà compiendo ad Ancona in vista dei Mondiali in Australia, in febbraio. Non stupisce dunque che non abbia dato il massimo, facendosi scavalcare da avversari sicuramente validi ma che forse normalmente sarebbero stati alle sue spalle.
Un plauso infine anche per Francesca Masotto, un po’ in difficoltà per le condizioni atmosferiche che abbiamo descritto, ma determinata nel portare a termine tutte le regate.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner