Il K4 che non t'aspetti

29/03/2011

La partenza della gara del K1. Il 124 è Rossi, il 128 Negrini.La partenza della gara del K1. Il 124 è Rossi, il 128 Negrini.
La partenza della gara del K1. Il 124 è Rossi, il 128 Negrini.
I risultati del regionale di Padova mettono in difficoltà Daniele Rossi e Mauro Held. I due allenatori della squadra di canoa della Canottieri Mincio non si aspettavano in particolare la straordinaria performance del K4 senior Rebecchi, Pontara, Leskiv, Ceron. Nato per dare la possibilità di gareggiare a Serena, ancora in fase di recupero dopo lo stop, si è invece trasformato in una corazzata, capace di chiudere i 5000m davanti a tutti con il tempo di 22’30”, un tempo da campionato italiano U23: “Tra due settimane ci sono le selezioni per la nazionale a Milano – spiega Rossi - pensavo di schierare il K4 junior ed un K2 ragazze, ma visti questi tempi potrei anche formare un K2 under 23 con Pontara e Rebecchi”.
Oltre all’exploit nella cat senior, ha ben figurato anche il K2 composto da Alessandra Mattioli (che in realtà è una Ragazza) e Alessia Zardi, che ha vinto senza problemi anche se gareggiava nella categoria junior. Un altro risultato che arriva dopo un abbinamento costruito in extremis, visto che Mattioli avrebbe dovuto gareggiare con Matilde Marchetti, infortunatasi giocando a rugby. Tra i Ragazzi, buon terzo posto per il K2 Spanò – Franzoni, mentre il fratello di Andrea, Alessio, sfiorava il podio con il K1, chiudendo 4°.
Nella prima serie dei Cadetti B si danno battaglia per l’oro Aliosha Rossi e Giacomo Negrini. Ha la meglio il figlio d’arte Rossi, Negrini (per questa volta) si accontenta della piazza d’onore (2°). Appena fuori dal podio il debuttante Leonardo Dal Cero, che chiude 4° la sua prima apparizione con il body bianco-rosso. Nella seconda serie dei Cadetti brilla l’argento di Andrea Avogaro, mentre l’ottimo capovoga Matteo Olivieri si ferma al 4° posto.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner