Jimmy sfiora la qualificazione Olimpica

14/08/2018

C’è un po’ di rabbia ma anche tanta speranza dopo i risultati del Mondiale di Aarhus, in Danimarca, che assegnava i primi 8 posti per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Per soli cinque punti, a causa di una squalifica nella 12esima ed ultima prova, il 49er di Uberto Crivelli e Gianmarco Togni finisce fuori di poco dai posti-Tokyo e dalla Medal, col 15° posto in generale, 11° nella classifica nazioni (le prime 8 ottenevano il pass per la prossima Olimpiade) e primo equipaggio italiano. Un risultato che comunque rafforza la convinzione di Togni, atleta di Marina Militare e Canottieri Mincio, di provarci fino all’ultimo, iniziando già a settembre dal test event di Enoshima.

Lo skiff acrobatico maschile sarebbe stata la settima classe qualificata uscita dal mondiale danese, l’equipaggio di Togni e Crivelli ha ricevuto i complimenti, insieme a Gianfranco Sibello, dall’entourage della Federazione Vela e dagli addetti ai lavori. In gara ha ottenuto due quarti posti, e fino all’ultima prova si contendeva l’ottavo posto con i danesi. La penalità comminata dalla Giuria sbalza l’equipaggio dal 12° posto in classifica al 15°, ma lascia i due azzurri davanti a campioni del calibro dell’equipaggio spagnolo di Diego Botin le Chever e Iago Lopez Marra, vincitori del campionato europeo in Polonia 10 giorni fa, o del danese Jonas Warrer, in coppia con Jakob Precht Jensen, vincitore dell’oro a Pechino nel 2008.  
Ora testa sulle spalle e dritta a Auckland 2019, prossimo mondiale, che vedrà altri 4 posti da assegnare, con la rabbia di oggi come carburante per il prossimo anno.
Omeganet - Internet Partner