Marco Penna nuovo tecnico del settore canottaggio

10/10/2008

Marco Penna nuovo tecnico del settore canottaggio
"Cercherò di essere per i ragazzi l'allenatore che avrei sempre voluto avere" Così Marco Penna da il via alla sua avventura al timone del settore canottaggio della Canottieri Mincio. "Il passaggio da atleta ad allenatore è certamente difficile. Devo fare esperienza, perché la mia pratica come tecnico si esaurisce in un anno trascorso alla Canottieri Bardolino. Ma ho intenzione di dare il benvenuto a chiunque voglia aiutarmi e abbia la testa sulle spalle". Penna ha già una prima idea sul quanto c'è da fare: "Occorre riportare il canottaggio in mezzo alla gente, ricucendo il distacco che forse c'è sempre stato, basti pensare a come sono dislocate le strutture. Conosco già i ragazzi, alcuni hanno già remato con me, auguro loro di raggiungere i massimi livelli di questo sport". La ricetta delle Olimpiadi? "Occorrono lavoro, un pizzico di fortuna, la mentalità giusta e tanta tanta fatica". Penna sostituisce Norberto Mondini, tecnico per oltre 15 anni, in cui ha vinto molto.
"Ringraziamo Norberto Mondini per quanto ha realizzato - ricorda il presidente della Mincio, Diego Rossi - questa non vuole essere una scelta tecnica, dato che il precedente tecnico ha portato ottimi risultati, più che altro è la volontà di aprirci, ci portare il canottaggio verso i soci e verso la città".
Su Penna dice: "C'è stato subito il giusto feeling, del resto non c'è bisogno che lo presenti io". Poi Rossi lancia un'anticipazione: "Il nostro sogno è quello di vedere sul lago tanti armi di figli di soci, come non se ne vedono da anni. Abbiamo intenzione di riportare un campionato italiano a Mantova, sfruttando i nostri laghi, molto apprezzati dalla federazione"
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner