Musicando: raccolti 3.100 euro

31/08/2009

Un risultato di cuore. Ammontano a tanto hanno le offerte di quanti hanno partecipato alla raccolta di beneficenza organizzata dall’Istituto Oncologico Mantovano ed ospitata alla Canottieri Mincio. Merito forse dell’allestimento a bordo vasca, dell’abilità degli artisti che si sono esibiti o semplicemente del buon cuore dei circa 1000 partecipanti.
La Canottieri ha creato una location veramente suggestiva; luci soffuse e palco realizzato a pelo d’acqua nella piscina olimpionica, attorno alla quale il pubblico ha ascoltato i gruppi che si sono succeduti. Primi a rompere il ghiaccio i giovanissimi Open 5, cinque ragazzi tra i tredici ed i quattordici anni con una grande passione per la musica, in una delle loro prime uscite in pubblico. Subito dopo il clarinetto di Roberta Visentini ed il sax di Marco Remondini, seguiti dal duo tutto mantovano formato da Dave Ciclope e Manuel Malò. Dopo gli intramontabili Fuggiaschi chiusura ad effetto per gli Hot Five, che hanno invitato sul palco tutti gli artisti per una jam session gradita dal pubblico.

Durante la serata è stato presentato il libro di Paolo Vaini “Cara Vecchia Cano”, edito da Vidiemme ed attualmente in stampa che i Soci potranno ordinare direttamente in sede o presso la Voce di Mantova.

I fondi della serata verranno destinati all’attività di sensibilizzazione in merito alle malattie tumorali che lo IOM porta avanti.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner