Pontara settima meraviglia

01/08/2009

Serena Pontara si ricorderà a lungo il canale Kryloatskoe. Non che il luogo sia tra i più frequentati dai turisti a Mosca, e neppure tra i più ricchi di storia russa. Ma da oggi lo sarà di storia (sportiva) italiana.
Con il K1 l'atleta ha centrato la settima piazza nei 1000m del mondiale junior. La pagaia si è trasformata in una bacchetta magica, che ha fatto sparire due secondi dal tempo che l’aveva portata all’ottavo posto dell’europeo di Poznan. Il cronometro si ferma a 4’08”940, contro il 4’10”929 del 20 luglio in terra polacca. Tra Pontara ed una clamorosa sesta posizione si infila Irina Lauric, con il tempo di 4’08”919, la rumena che a Poznan aveva dominato l’europeo (con 3’59”145). E pensare che, appena terminate le prove dell’europeo, l’atleta di nazionale e Canottieri Mincio aveva annunciato di potersi migliorare: “Mi sento bene, a Mosca posso crescere ancora”. “Ha confermato i tempi delle batterie di ieri – sottolinea Daniele Rossi, tecnico della Mincio – il miglioramento è impressionante, anche nel confronto con le prime tre, che pure sono più distaccate”. Sul gradino più alto del podio è salita l’ungherese Zsofia Dira, con 4’02”607, seconda la portoghese Joana Vasconcelos, con 4’04”103, bronzo alla cinese Huang Jieyi, 4’04”718.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner