Raduno tecnico Federazione vela

09/11/2014

Raduno tecnico Federazione vela
Erano 46 nel 2011, 63 nel 2012, 66 nel 2013 e quest'anno sono cresciuti ancora: 96. Il successo della V edizione del Raduno Tecnico di Preparazione Fisica, passa dai numeri ma non solo. Il Progetto Talento 2014, facente parte del più ampio Piano FIV Under 12 16 e 19, convince anche per la perfetta organizzazione e la location che ammalia. Tanto che il Consigliere di Zona Vasco Renna pensa allargarlo anche a tecnici di altre zone e discipline. 

Nonostante la giornata  piovosa la nostra società ha accolto con calore gli atleti provenienti da 10 circoli di tre regioni: Circolo Vela Gargnano, Fraglia Vela Malcesine, Fraglia Vela Desenzano, S.C.G.Salò, Fraglia Vela Peschiera, Circolo Vela Torbole, Circolo Vela Toscolano Maderno, Centro Nautico Bardolino, Circolo Surf Torbole, Vela Club Desenzano.Ad occuparsi che tutto andasse per il meglio c'era il tecnico e responsabile del settore vela della Canottieri Mincio Pier Antonio Masotto, con la preziosa collaborazione del Gruppo velisti della Società. 

Come da tradizione, i ragazzi si sono messi alla prova nelle “stazioni di lavoro” atte a valutare agilità, equilibrio, precisione, resistenza e forza; hanno svolto parte attiva nelle sei postazioni anche gli allenatori dei vari circoli che hanno dato il loro contributo alla buona riuscita di tutti gli esercizi, osservando da vicino doti e difficoltà dei propri atleti.

Il progetto è volto al monitoraggio continuo dei giovani atleti mediante la preparazione di schede tecniche volte a conoscerne la prestanza fisica, schede che verranno continuamente aggiornate durante tutto il percorso futuro compiuto dai ragazzi; ciò permetterà di avere traccia dei passi compiuti dagli eventuali futuri campioni e riprodurle con un protocollo esteso a tutti. La finalità è quella di creare e monitorare un percorso formativo idoneo allo sviluppo della personalità e del fisico dell'atleta, in un processo di condivisione e di informazione.

Ad una prima analisi anche quest’anno è emerso chiaramente non esserci una correlazione diretta tra caratteristiche fisiche degli atleti e risultati ottenuti negli esercizi. Appare quindi evidente che la preparazione atletica può fare la differenza. Ad un preliminare controllo dei risultati delle schede si evince che gli atleti praticanti il Windsurf hanno maggior equilibrio se confrontati con chi pratica vela sulle derive, “prova del fenicottero”  e soprattutto buoni risultati nella prova di “salto in lungo da fermi” dove veramente si sono rilevate differenze significative.

Da segnalare la presenza di alcuni atleti dell'Optimist che per età peso e altezza dovrebbero già essere stati dirottati su altre classi. L'analisi dei tabulati trasmessi è ora nelle professionali mani del tecnico Mattia Lonardi.

Parallelamente al raduno tecnico, si è svolta la seguitissima conferenza affidata a Start Performance. Alla presenza di una sessantina tra tecnici e genitori sono stati trattati i seguenti temi:

- Dott. Confalonieri Franco (medico Sportivo e nutrizionista): L’importanza di una corretta alimentazione nella crescita e nel rendimento sportivo del giovane atleta.
- Prof. Ercolino Maurizio (fisioterapista) :  fattori di rischio nella posizione alle cinghie in età evolutiva; esercizi di stabilizzazione e compensativi
- Prof. Braida Marzio (preparatore atletico): funzione preventiva e prestativa della  preparazione atletica  nello sport della vela.

La giornata si è conclusa con la rituale foto di gruppo accanto alla bandiera FIV, a seguire il pranzo presso il Ristorante della sede.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner