Salviamo la Cano!

28/11/2014

La Canottieri Mincio rischia lo scioglimento. In questa pagina pubblicheremo un resoconto di tutte le iniziative e messe in atto per scongiurare questa possibilità.

Il verbale degli ispettori: A pagina 15.c trovate la frase con cui si indica il rischio dello scioglimento, che vi riportiamo qui sotto. A pagina 17 trovate invece le irregolarità da sanare.

La redazione del nuovo statuto, realizzata dallo studio Allegretti, ha seguito le indicazioni degli Ispettori e le prescrizioni di legge. Il Cda ha monitorato passo passo questo processo, fornendo ove possibile una linea di indirizzo, anche grazie agli spunti sollevati dai Soci, via mail (all'indirizzo preposto massimo.pelagatti@canottieri.com sono arrivate circa un centinaio di segnalazioni), o di persona durante uno degli incontri in sede:

Incontro del 2 novembre

Incontro del 23 novembre    


Qui sotto la bozze del Nuovo Statuto e dei Regolamenti (elettorale e di sede)
LA BOZZA DELLO STATUTO: 
Scarica file
IL REGOLAMENTO DI SEDE: 
Scarica file
REGOLAMENTO ELETTORALE: 
Scarica file
Salviamo la Cano!

Nella giornata del 13 dicembre il Cda ha deciso un nuovo incontro,ancora con un gazebo davanti a San Andrea, per sensibilizzare tutti i Soci e chiarire gli evenuali ultimi dubbi sulla bozza del nuovo statuto, che trovate in questa pagina.

Per il 14 dicembre è stata creata un t-shirt commemorativa dell'evento che - in un modo o nell'altro - segnerà la nostra storia. Solo per il 14 verrà venduta al costo di 5 euro (poi 10 euro). E' possibile prenotarla al front office (0376 391719).
 
La tensostruttura che ospiterà l'assembleaLa tensostruttura che ospiterà l'assemblea
La tensostruttura che ospiterà l'assemblea
E' opportuno chiarire che i Soci dovranno essersi già accreditati per le ore 10, orario di inizio dell'Assemblea, in cui il notaio validerà il numero legale. Le postazioni di accredito (14 in tutto) saranno aperte dalle ore 8.30, così da consentire di evitare code all'ultimo momento. Sarà poi necessario che i soci rimangano fino alla fine dell’assemblea.

Nella tensostruttura è presente un punto di ristoro, che fungerà da bar durante la mattina. Ad orario di pranzo sarà possibile mangiare risotto alla mantovana.
Scarica la planimetria della tensostruttura
Qui di seguito pubblichiamo l'intervista al presidente della Canottieri, Massimo Pelagatti, pubblicata sulla Voce di Mantova di domenica 30 novembre, per cercare di fare un po’ chiarezza:

Presidente, quali sono le irregolarità da sanare? Gli Ispettori hanno evidenziato 9 irregolarità, si passa dalla errata tenuta del libro soci alle modalità di convocazione dell’assemblea, tuttavia le principali che più impattano nella vita dei soci sono sostanzialmente tre: la regolamentazione dell’accesso ai terzi, la revisione dei criteri di ammissione a socio, eliminando le discriminazioni (figlio di socio=gratis, esterno=2.800 euro) e la mancata elezione del Collegio Sindacale.
I soci possono scongiurare il rischio di scioglimento? Per fortuna si, e dipende tutto da loro. Dovranno partecipare in massa (il quorum è di 2.400 voti) all’assemblea straordinaria per la revisione dello statuto, ed a una ordinaria per l’approvazione del nuovo regolamento e l’elezione dei sindaci, entrambe convocate per il 14 dicembre, dalle ore 8,30, presso la sede della Canottieri. Sono partite le lettere di convocazione, che verranno ricevute entro la prossima settimana dai soci. Chi non la dovesse ricevere potrà chiederne la stampa al front office della società a partire dall’11 dicembre.
Quali scelte ha operato il Cda che lei rappresenta in merito ai punti in questione? Premetto che la possibilità di scelta nelle modifiche statutarie e nei regolamenti sono state minime, perché le scelte dovevano essere operate nel solco della legge e delle indicazioni degli Ispettori. Per fortuna abbiamo giovato della consulenza di professionisti di altissimo profilo (lo Studio Allegretti di Mantova e lo Studio legale Mariconda di Milano). In merito ai tre punti su cui i soci sono più coinvolti, noi formuliamo queste proposte: Accesso libero ma regolamentato ai terzi sia per l’attività sportiva, ma anche per quella culturale, una quota di accesso parificata per tutti, ma con un’agevolazione, chiamata “campagna giovani”, che prevede una quota di 1.000 euro per i nuovi soci che hanno tra i 18 ed i 25 anni. In questa categoria ovviamente ricadono anche i figli 18enni dei soci. La richiesta all’Ordine dei commercialisti di una selezione di tre profili per il collegio sindacale (più due supplenti), che verranno presentati all’assemblea per il voto. Per il resto rimando alla lettura della bozza di nuovo statuto.
Quindi coloro che sono già soci della Società non dovranno versare questa quota? Esatto, ne questa ne i 2.800 euro, nessuna quota a chi è già socio, anche i consulenti ci hanno consigliato di fare una sorta di “anno zero”. Alcuni hanno frainteso questo punto.
Quando sarà pronta la bozza di statuto? Lo statuto verrà completato in questi giorni, probabilmente già nei primi giorni della settimana prossima verrà distribuito sia in sede sia sul sito internet della società.
Qualche socio ha lamentato che il Cda non abbia condiviso in tempi più rapidi il testo della bozza, come risponde? Purtroppo non è stato possibile per la complessità del testo, che risponde alla volontà di scrivere uno statuto che accompagni la Canottieri per molti anni in futuro, non volevamo semplicemente “mettere una pezza”. Abbiamo fatto della trasparenza la nostra bandiera, non abbiamo cambiato idea ma sarebbe stato inutile se non dannoso far circolare proposte che poi la legge non avrebbe ammesso. La difficoltà nel mettere d’accordo i 7.300 soci della Canottieri, ognuno con le sue esigenze e situazioni particolari, deve far riflettere coloro che accusano di scarsa condivisione.
Il cda ha incontrato i soci in due occasioni in sede, il 2 ed il 23 novembre, che impressione avete avuto? Mi ha fatto estremamente piacere riscontrare una grande partecipazione. Abbiamo recepito alcuni dei suggerimento che ci sono stati dati, insieme a quelli arrivati alla mail del presidente massimo.pelagatti@canottieri.com. 
Ci saranno altre occasioni di dialogo? Si, il 7 dicembre, per tutto il giorno, i consiglieri saranno ancora a disposizione, con un gazebo in piazza davanti a S.Andrea, per quesiti e chiarimenti.
Proporrete anche un aumento della quota, come mai? Nel verbale gli ispettori stigmatizzano la situazione finanziaria della società, che chiude costantemente in deficit, mettendo in dubbio la sostenibilità nel lungo periodo. Il loro è in questo caso un consiglio, ma una volta verificato il bilancio abbiamo preso atto che è inevitabile chiedere un piccolo sacrificio a tutti i soci, 40 euro. Rischiamo di salvare la Canottieri ma di vederla capitolare tra qualche anno per motivi economico-finanziari.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner