Tricolori con il sorriso

10/09/2013

Rebecchi - LeskivRebecchi - Leskiv
Rebecchi - Leskiv
I campionati italiani vanno in archivio con grandi soddisfazioni per i colori della Canottieri Mincio. Complessivamente il bottino ammonta a due argenti e quattro bronzi, merito soprattutto dell'affiatato K2 di Eleonora Rebecchi ed Anna Leskiv.
Parte forte già dalla prima giornata di gare la campagna tricolore dei canoisti della Mincio. All’idroscalo è la giornata dei 1000 m, distanza che è pane per i denti di Eleonora Rebecchi ed Anna Leskiv, già campionesse italiane under 23 nel 2011 e nel 2012. Anche quest’anno le due giovani promesse si sono messe in mostra, lasciandosi precedere al traguardo solo dal K2 di Verbano delle azzurre Agata Fantini e Federica Nolè, entrambe convocate per i mondiali di Duisburg. Anche tra le senior il K2 biancorosso si fa valere, chiudendo con un bronzo che a metà gara si era tinto di
argento, spaventando non poco due “mostri sacri” come Anna Alberti e Fabiana Sgroi (Can. Aniene): “Sono state costrette ad accelerare – raccontano soddisfatti i tecnici della Mincio Daniele Rossi e Mauro Held – molto bello vedere che hanno condotto una gara allo stesso livello di atlete di grande esperienza”. Stanchissima, Rebecchi prova anche il K1 under 23 ma in gara mette il turbo solo negli ultimi 500m e chiude 4°, stesso risultato per il K2 di Aliosha Rossi e Giacomo Negrini, nella gremita categoria ragazzi sfoderano una gara di lotta ma cedono il gradino del podio a Siracusa.
Nella seconda giornata, quella dei 500m, si fa sentire la stanchezza, ma arriva per il K2 Rebecchi-Leskiv ugualmente il bronzo nella categoria Under 23. 
Domenica 8 settembre è infine la giornata dei 200m, una distanza che solitamente non è la privilegiata dal K2 rosa della Cano. Invece dopo aver riposato le due canoiste ottengono quello che forse è il risultato piuù inaspettato del week end; l'argento tra le senior, prime dei corpi non militari. A questo si aggiunge il bronzo nell'Under 23.
Infine, a coronare il week end tricolore il bronzo nella categoria Ragazzi di Matteo Olivieri e Giacomo Negrini, un risultato a lungo inseguito  per questo ancora più bello.  

Omeganet - Internet Partner