Comunicazione ai Soci in merito all'Assemblea del 17 dicembre 2017

19/12/2017

Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi nella serata di lunedì 18 dicembre 2017, ha deliberato all’unanimità di non procedere allo spoglio delle schede di votazione dell’assemblea del 17 dicembre us, dopo aver accertato un comportamento palesemente irregolare nello svolgimento delle operazioni di voto da parte di almeno un socio scrutatore. Tale comportamento rende impossibile stabilire con certezza la regolarità dello svolgimento dell’intera votazione. Questa grave decisione, presa con rammarico dal Cda, comporta la necessità di convocare una nuova assemblea per ripetere la votazione. Il Cda si riserva di valutare il danno arrecato alla Società ed ai Soci da tale inqualificabile comportamento, nonché le eventuali sanzioni disciplinari a carico dei responsabili.

A complemento di ciò, il Cda ritiene doveroso puntualizzare quanto segue:

La scelta della location è stata dettata dalla previsione di una larga affluenza. Un vincolo statutario impone di tenere le assemblee nel territorio del Comune di Mantova; il Teatro Sociale risponde all’esigenza di ospitare fino ad 830 presenze (in assemblea erano presenti poco più di 600 soci), è un dato di fatto che tutti hanno potuto partecipare ai lavori assembleari.
 
La Canottieri Mincio ha messo a disposizione una struttura organizzativa di circa 50 persone, in parte dipendenti in parte volontari, distribuiti tra addetti all’accredito, maschere, personale di sala, tecnici del suono ed informatici, che ad iniziare dalle 5 di mattina si sono adoperati al fine di favorire il migliore svolgimento possibile dei lavori, a cui va tutto il ringraziamento della Società.
 
Occorre inoltre ricordare che il voto palese, previsto statutariamente poteva essere esercitato per alzata di mano. La scelta da parte del Cda di votare attraverso scheda cartacea, peraltro pretesa dal Comitato del “No”, è stata effettuata per garantire la massima trasparenza sia in fase di accredito che in fase di votazione. Tutto ciò in condizioni normali, ovvero senza ipotizzare comportamenti non regolari da parte di alcuno. La comprensibile obiezione per i lunghi tempi di accreditamento e votazione, non può e non deve essere portata a giustificazione di quanto accaduto. E’ in essere per questa ed altre esigenze societarie un lavoro di modifica dello Statuto da parte del Cda.

Certi di aver preso ogni decisione per il bene dei Soci e della società tutta auspichiamo una partecipazione attiva, numerosa e responsabile alla prossima Assemblea"
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner