Finale campionati italiani tuffi Esordienti C2 e C3

08/07/2017 - 09/07/2017

Lo scherzoso inchino del tecnico Massimo Nibioli alla tuffatrice Caterina Boscaglia è la perfetta sintesi della soddisfazione e la felicità di tutta la Canottieri Mincio per il risultato dei campionati italiani di tuffi. Oltre alla consueta impeccabile organizzazione della manifestazione, ospitata per il quarto anno sulle rive del Mincio, il grande risultato di giornata è il bronzo della tuffatrice mantovana dal trampolino dei 3m.

E’ un exploit che stupisce anche il tecnico Nibioli, con 188,55 punti supera le due romane Irene Pesce e Rebecca Ciancaglini (Carlo Dibiasi), che dopo i tre turni di qualificazioni erano ai primi due posti. Boscaglia era al settimo, ma grazie ad un programma dai coefficienti molto alti è balzata sul podio. “Ha eseguito un programma difficile – spiega Massimo Nibioli, che allena insieme alla figlia Sveva ed a Francesco Priori – ed è stata brava ad eseguirlo al meglio, senza errori gravi. Rispetto alle altre concorrenti, i suoi tuffi avevano il coefficiente più alto (e quindi i voti ottenuti dalla giuria valevano di più)”. Al primo posto, con 196,95 punti Angelica Piredda (MR Sport f.lli Marconi), ed al secondo posto Giorgia De Sanctis (Carlo Dibiasi), staccata di soli 0,6 punti. I sei tuffi nel programma di Caterina Boscaglia prevedevano un ordinato indietro carpiato, uno e mezzo indietro con mezzo avvitamento, uno e mezzo rovesciato, uno e mezzo indietro carpiato, uno e mezzo ritornato e doppio e mezzo avanti raggruppato. Per l’atleta la gara è stata un crescendo, pur senza commettere errori gravi nei primi tutti, negli ultimi tre l’esecuzione è stata di ottimo livello. “Mi ha impressionato, ed non è facile – dice ancora Nibioli – dobbiamo considerare che si è confrontata ed ha superato atlete di società romane che possono allenarsi nel centro di preparazione olimpica Acqua Acetosa “Giulio Onesti”, all’avanguardia dal punto di vista delle attrezzature”.

Con questo risultato anche Boscaglia dovrebbe rientrare nel progetto federale “Tokio 2020”, a cui appartengono le atlete della Canottieri Sara Borghi (in veste di speaker durante la manifestazione) e Sara Buzzoni, che da mercoledì saranno impegnate ai campionati italiani estivi a Roma. “Siamo orgogliosi del risultato di Caterina – commenta il presidente della Canottieri Gruppi Sportivi Massimo Dal Forno - ed al contempo facciamo un grande “in bocca al lupo” alle due nostre atlete in vista dei tricolori. I tuffi sono una disciplina faticosa e impegnativa, in cui in pochi secondi di esercizio si vedono premiati o vanificati mesi di duri allenamenti. Credo sia molto formativo. Da genitore, saluto quanti oggi sono venuti fino a Mantova da tutta Italia per seguire la passione dei propri figli”.   
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner