La Cano diventa Centro CONI

16/12/2017

A partire da gennaio 2018 la Canottieri Mincio, insieme all'Accademia Tano Caridi, saranno il Centro CONI di Mantova. La scelta è arrivata dai vertici del Coni regionale, che hanno selezionato la Cano come partner del progetto “Centro CONI -Orientamento e Avviamento allo sport in ambito extrascolastico". A Mantova la Mincio è la seconda società, dopo la Polisportiva Castellana. 
"Questa iniziativa - spiega il presidente della Gruppi Sportivi Mirko Todeschi - è volta ad offrire dei luoghi ideali in cui proporre, sperimentare e validare innovative strategie di formazione, di pratica, di orientamento e di avviamento all'attività sportiva giovanile.
Il CONI ha valutato il lavoro svolto in questi anni, in cui abbiamo valorizzato l’azione educativa dello sport, e ci ha chiesto di collaborare con l’obiettivo di accrescerne l’esperienza motoria attraverso un percorso che sappia motivarli e accompagnarli in tutto il periodo dell’anno, arginando sensibilmente il fenomeno contrastante dell’abbandono sportivo. Ringraziamo il prof. Giuseppe Faugiana ed il prof. Cesarino Squassabia che hanno speso parole di elogio per la nostra struttura". Per i vertici del CONI, la realizzazione della piscina copertta sarebbe la "ciliegina sulla torta" per completare la funzionalità della sede. 

Al fianco della Canottieri c'è l'Accademia Tano Caridi, che da tempo ha scelto di utilizzare un approccio culturale e metodologico basato sul gioco e sulle attività sportive di sperimentazione e scoperta. "A livello didattico - spiega Stefano Ferrari - questo progetto di ampia portata comporta un personale adeguatamente formato e aggiornato presso le Scuole Regionali dello Sport del CONI e perfettamente in grado di offrire ai ragazzi un pacchetto di attività differenziate per fasce d’età, che rivolge una particolare attenzione all’inclusione degli stessi e alla valorizzazione del talento".
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner