Maratona: Canottieri tricolore

22/03/2011

Rebecchi e Leskiv al ritorno da PalermoRebecchi e Leskiv al ritorno da Palermo
Rebecchi e Leskiv al ritorno da Palermo
Quando si dice che lo sport è passione si parla di gare come questa. Al campionato italiano di maratona, il K2 di Eleonora Rebecchi ed Anna Leskiv conquista l’oro nella categoria juniores, dopo 16 km combattuti con la grinta tipica  degli atleti, e ultimamente solo degli atleti di sesso femminile. Rebecchi e Leskiv si lasciano alle spalle l'equipaggio della Nazario Sauro, su cui pagaiava la temibile Francesca Genzo, seconda agli europei di categoria, ed altre nazionali come Franecsca Capodimonte ed Eleonora Rossello (Sabazia, bronzo) l’equipaggio di Francesca Genzo, argento agli ultimi europei di categoria. Questo nonostante una gara costellata di incidenti ed infortuni.
Gli ordini di scuderia degli allenatori Daniele Rossi e Mauro Held erano chiari; attenzione ai trasbordi, cioè ai passaggi in cui gli atleti escono dall’acqua e portano la canoa a mano. “Sono momenti concitati – spiega Rossi - in cui c’è il rischio di cadere in acqua, perdendo tempo o addirittura di rompere il timone, compromettendo la gara. Il consiglio era di fare le cose con calma”. Detto fatto: al primo trasbordo, dopo 8 km, Rebecchi e Leskiv arrivano per prime, ma la canoa si rovescia e fanno il primo bagno di giornata. Nella fretta di ripartire, le due canoiste non svuotano la barca dall’acqua, e dunque corrono con una zavorra supplementare. Nonostante questo recuperano i 70 metri di svantaggio accumulato e si presentano al secondo trasbordo ancora prime, ma la canoa scappa e Leskiv si deve tuffare per riprenderla. Gli ultimi 4 km sono un concentrato di passione, con la Rebecchi dolorante ad un ginocchio e la punta del veloce K2 Genzo-Prodanna da contrastare. Alla fine la vittoria rriva nello sprint finale, per soli 4", in una gara corsa in 1h, 21' 09".
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner