Prove tecniche di Olimpiade

04/11/2017

Jimmy Togni, velista della Marina Militare associato alla Canottieri Mincio, ha concluso con il 9° posto la regata della settimana olimpica di Enoshima, riservata ai primi 20 equipaggi del ranking mondiale di 49er, disputatasi nella Sagami Bay, a circa un’ora da Tokio, lo stesso campo di regata che ospiterà le prove di vela dell’Olimpiade del 2020. Il periodo di monsoni ha riservato un clima difficile, forte raffiche di vento da terra e pioggia a scrosci, unite al freddo, hanno reso arduo il lavoro degli equipaggi.
 
Nella prima giornata della regata Togni ed il compagno Uberto Crivelli Visconti iniziano forte, conquistando il 5° posto. Un errore di scelta tattico-strategica li penalizza il secondo giorno, in cui scivolano al 12° posto, per poi chiudere al 9° posto nell’ultimo giorno di regate, a 7 punti dal 5° posto, ed immediatamente alle spalle dell’altro equipaggio italiano di Plazzi e Tesei (CC Aniene), con cui nei prossimi 3 anni dovranno vedersela per rappresentare l’Italia alle Olimpiadi.
 
Molto staccati ai primi due posti gli equipaggi inglesi, a vincere Flatcher (olimpionico) e Bittel, che confermano lo stato di forma dopo aver trionfato sia al mondiale che all’europeo. Al secondo posto Peters e Sterritt. “Abbiamo sbagliato molto – il commento di Togni – ma nonostante gli errori siamo riusciti a difendere la posizione del ranking, dimostrando quindi che abbiamo il potenziale. Rimane da lavorare per fare il salto di qualità”.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner